Posticipato il rientro dei volontari Emergency

di Marilina Glorioso Commenta

I tre volontari di Emergency hanno passato serenamente la scorsa notte in casa di alcuni amici secondo quanto riferito dall’inviato della Farnes..

E’ stato rinviato il rientro in Italia da Kabul per Marco Garatti, Matteo Dell’Aira e Matteo Pagani, i tre operatori fermati lo scorso 10 aprile nell’ospedale di Emergency a Lashkar Gah e liberati ieri.

Era stato annunciato che i tre sarebbero rientrati con il Falcon dell’Aeronautica assieme al sottosegretario alla Difesa, Guido Crosetto. La notizia che i volontari avrebbero rifiutato di rientrare con un volo di Stato è stata subito smentita da Rossella Miccio del direttivo di Emergency, che afferma si è trattato di un equivoco.



Della questione rientro, resa non facile dai noti problemi meteorologici, se ne sta occupando l’inviato della Farnesina, Massimo Iannucci, cercando di praticare tutte le vie possibili: “per il momento sembra si faccia prima con un volo commerciale sul quale anche io viaggerò insieme a loro”.

I tre volontari di Emergency hanno passato serenamente la scorsa notte in casa di alcuni amici secondo quanto riferito dall’inviato della Farnesina; secondo fonti vicine all’ospedale questa mattina hanno incontrato gli altri operatori che si sono battuti per la loro liberazione e il Consigliere nazionale per la sicurezza del presidente Karzai, Rangin Spanta.

Si è finalmente conclusa per i tre la settimana da incubo trascorsa in isolamento nelle celle della Direzione nazionale della sicurezza; il medico, l’infermiere e l’operatore di logistica arrestati la settimana scorsa sono usciti dignitosamente da questa situazione con la magistratura di Kabul che ne ha ammesso la non colpevolezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>