Finita in Vaticano l’era Bertone, al suo posto arriva l’arcivescovo Pietro Parolin

di Alba D'Alberto Commenta

Papa Begoglio

Tra le promesse che Papa Bergoglio ha fatto ai suoi fedeli c’era anche quella del rinnovamento della Curia Romana, quella che potrebbe essere definita come la struttura sulla quale si regge il potere temporale della Chiesa. L’ora è arrivata e a capo della Segreteria di Stato, al posto del Cardinal Bertone arriva l’arcivescovo Pietro Parolin.

Si fa sempre più definita l’impronta che Papa Francesco vuole dare alla Chiesa e alla sua struttura. Nella breve e semplice cerimonia che ha segnato la fine del settennato di Tarcisio Bertone come ‘primo ministro’ del Vaticano, Bergoglio ha sottolineato la sua gratitudine per l’operato svolto fino adesso dal cardinale e ha detto di aver apprezzato in lui soprattutto il salesiano e l’ordine che quindi rappresenta.

Al posto di Tarcisio Bertone arriverà l’arcivescovo Pietro Parolin, il cui ultimo incarico è stato quello di Nunzio Apostolico (ambasciatore) in Venezuela, che però non è potuto essere presente durante la cerimonia di insediamento in quanto ricoverato in una clinica veneta per un intervento chirurgico del quale però non è stata rivelata la natura. Padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa vaticana, ha comunque rassicurato tutti sulla non gravità di questo intervento.

Papa Francesco fa scelte coraggiose, lo ha dimostrato, e anche quella di Parolin non è da meno. Il nuovo Segretario di Stato Vaticano già da tempo è all’interno della Curia Romana e soprattutto della Segreteria di Stato, ma comunque un personaggio meno esposto di Bertone e, forse, più incline ad affrontare il periodo di rinnovamento della Chiesa Cattolica messo in atto da Papa Bergoglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>