Infermiera Protesta, Muore

di Gianni Puglisi Commenta

Negli scorsi giorni un'infermiera di napoli ha protestato contro l'Azienda Sanitaria Locale di Napoli..

Negli scorsi giorni un’infermiera di napoli ha protestato contro l’Azienda Sanitaria Locale di Napoli,siccome non pagava da molti mesi lo stipendio ai dipendenti.

La donna, Mariarca Terracciano, ha protestando con uno sciopero della fame e con un continuo prelievo di 150ml di sangue al giorno,l’infermiera lavorava presso l’ospedale San Paolo di Napoli e lascia il marito e due figli di dieci e quattro anni.
L’infermiera è deceduta dopo la rianimazione durata 5 giorni, mentre ha iniziato il 30 aprile.



La donna aveva avvertito un malore lunedì durante l’orario di lavoro, ed era stata portata subito in rianimazione,la sua protesta era durata fino al 3 maggio quando erano stati sbloccati i soldi degli stipendi, grazie al via libera del neo presidente della Regione Campania.

Lo sfogo dell’infermiera era stato dettato da ragioni economiche ,infatti era vicino alle scadenze economiche da sostenere per le rate del mutuo,ed aveva pubblicato anche un video su youtube per spiegare la situazione disperata che l’affliggeva, questo filmato aveva destato lo sgomento dei visualizzatori del sito.
La donna si lamentava che lo stipendio era un diritto per tutti i lavoratori, sottolineando che chi lavora a diritto ai suoi soldi.

Il prelievo di 150 ml di sangue al giorno non sarebbe stato mortale infatti le donazioni Avis arrivano ad un massimo di 500ml, e l’infermiera in 3 giorni si sarebbe fatta prelevare 450 ml, queste sono le parole del sindacato del Anaao Assomed,l’associazione dei medici dirigenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>