Francesco Storace condannato a un anno e sei mesi di reclusione

di Gianni Puglisi Commenta

La IV sezione penale del Tribunale di Roma, nella persona del giudice Maria Bonaventura, ha stabilito la colpevolezza dell’ex governatore della Regione Lazio, Francesco Storace..

La IV sezione penale del Tribunale di Roma, nella persona del giudice Maria Bonaventura, ha stabilito la colpevolezza dell’ex governatore della Regione Lazio, Francesco Storace, che è stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione.

In tutto otto le condanne. Tra i condannati ci sono: Vincenzo Piso, ex vicepresidente comunale, Niccolò Accame, ex portavoce di Storace; Mirko Maceri, ex direttore tecnico di Laziomatica; Pierpaolo Pasqua, investigatore privato; Tiziana Perraca, e Nicola Santoro, persone vicine allo staff dell’ex governatore e infine l’avvocato Romolo Reboa. Unico assolto Daniele Caliciotti.


I reati contestati ai vari imputati risalgono al marzo 2005, in occasione delle elezioni regionali, periodo in cui, secondo l’accusa, sarebbe stato effettuato un accesso abusivo al sistema informatizzato dell’anagrafe del Comune di Roma al fine di ottenere l’esclusione della lista Alternativa Sociale, capeggiata da Alessandra Mussolini, dalle elezioni regionali tramite la sottoscrizione di firme false.

Il giudice ha anche stabilito il risarcimento dei danni in sede civile nei confronti di Alessandra Mussolini, in qualità di capofila della lista Alternativa Sociale e di Laziomatica, attualmente chiamata Lait, società che gestiva nel 2005 il sistema informatico del Comune di Roma.

Lorena Giacomazzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>