Gennaio 2020, le scadenze fiscali del mese

di Fabiana Commenta

 

Con l’inizio del 2020 arrivano anche le nuove scadenze fiscali del primo mese dell’anno: quali sono le scadenze fiscali del mese di gennaio 2020? 

scadenze fiscali

Dal canone Rai ai versamenti Iva, Irpef e Inps, dal Ravvedimento operoso al versamento imposta di bollo fatture elettroniche, ecco le principali scadenze del mese. 

Gennaio 2020, le scadenze fiscali del mese

16 gennaio 2020

Versamenti Iva, Irpef e Inps

Il primo appuntamento mensile è previsto per il 16 gennaio 2020: è il termine ultimo per i datori di lavoro che dovranno versare Iva, Irpef e contributi Inps. I titolari di partita Iva dovranno versare l’Iva di competenza del mese di dicembre 2019 mediante modello F24 e codice tributo 6012. Necessario anche il versamento delle ritenute operate dai sostituti d’imposta a titolo di acconto su redditi da lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese di dicembre 2019 (Irpef) e delle addizionali comunali e regionali. Il versamento va effettuato tramite modello f24 con codice tributo 1040. Per i datori di lavoro è necessario versare all’Inps i contributi per i dipendenti sulle retribuzioni corrisposte a novembre 2019.

20 gennaio 2020

Versamento imposta di bollo fatture elettroniche

Previsto il versamento dell’imposta di bollo per le fatture elettroniche emesse per importi superiori a euro 77,47 e relative all’ultimo trimestre del 2019. È l’ultima scadenza trimestrale per le fatture elettroniche di importi inferiori a 1.000 euro: il versamento dovrà avvenire semestralmente il 16 giugno e 16 dicembre di ogni anno. Per gli importi superiori ai 1.000 euro l’appuntamento è fissato su base trimestrale il giorno 20 dei mesi di gennaio, aprile, luglio e ottobre.

27 gennaio 2020

Ravvedimento operoso

La scadenza del ravvedimento operoso breve per chi non ha pagato l’acconto Iva di dicembre è fissato al 27 gennaio 2020. È l’ultimo giorno utile per regolarizzare il versamento dell’acconto IVA relativo all’anno 2019 non effettuato (o effettuato in misura insufficiente) entro il 27 dicembre 2019 (ravvedimento) e con la maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo (ravvedimento breve). Entro il 27 gennaio 2020 è possibile inviare il modello 770/2019 tardivo. Per chi effettuerà entro tale data l’invio de modello 770 è prevista l’applicazione della sanzione minima di 250 euro, sanabile con ravvedimento operoso. L’importo dovuto con ravvedimento entro 90 giorni è pari alla sanzione ridotta ad 1/10 di quella ordinaria, di 25 euro.

31 gennaio 2020 

Invio dati Sistema Tessera Sanitaria

Entro il 31 gennaio 2020 è necessario trasmettere i dati relativi al sistema Tessera Sanitaria che rientreranno nel modello 730 precompilato. È necessario inserire le informazioni e gli importi percepiti relativamente alle spese del 2019 al sistema TS relativi a ricevute di pagamento, scontrini fiscali ed eventuali rimborsi relativi alle spese sanitarie sostenute da ciascun assistito. 

31 gennaio 2020

Canone RAI

Anche per il mese di gennaio è previsto il pagamento del canone RAI che ammonta a 90 euro all’anno.

Anche quest’anno è confermato il prelievo automatico in bolletta elettrica di 9 euro l’anno per dieci mesi, da gennaio a dicembre 2020. Solo in casi eccezionali il pagamento del canone Rai dovrà essere effettuato direttamente dall’intestatario del canone tramite F24. Entro il 31 gennaio 2020 dovranno essere inviati i dati per l’esenzione dal pagamento (l’esonero del pagamento ad esempio è previsto per i titolari di abbonamento Tv che hanno superato i 75 anni di età o che abbiano un reddito inferiore a 8000 euro). 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>