L’iter della riforma costituzionale qual è

di Alba D'Alberto Commenta

Il testo che sarà sottoposto a referendum il 4 dicembre è un testo ormai allo studio dei costituzionalisti da due anni a questa parte. Quale sarà dunque l’iter della riforma?

Sono state necessarie tre letture da parte di entrambi i rami del parlamento e sono state necessarie anche 6 approvazioni per arrivare al testo finale che poi è quello cui fa riferimento il referendum del 4 dicembre. Il processo di revisione della Costituzione è scandito dalla Costituzione stessa con l’articolo 138:

Le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali sono adottate da ciascuna Camera con due successive deliberazioni ad intervallo non minore di tre mesi, e sono approvate a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera nella seconda votazione.

In pratica viene stabilito un lungo iter al fine di garantire la discussione approfondita sui temi che vanno ad incidere profondamente sull’assetto della società. Il ddl Boschi è molto esteso ed è stato modificato molto con la seconda lettura al Senato. Le correzioni sono state così tante che è stato azzerato il conteggio delle due approvazioni richieste da entrambi i rami.

Il testo approvato il via definitiva il 12 aprile 2016 è stato il frutto di 731 giorni di discussione, di cui 346 al senato e 385 alla camera. OpenPolis ha riassunto come segue tutto l’iter della normativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>